• This is slide 1 description. Go to Edit HTML of your blogger blog. Find these sentences. You can replace these sentences with your own words. This is a Blogger template by NewBloggerThemes.com...
  • This is slide 2 description. Go to Edit HTML of your blogger blog. Find these sentences. You can replace these sentences with your own words. This is a Blogger template by NewBloggerThemes.com...
  • This is slide 3 description. Go to Edit HTML of your blogger blog. Find these sentences. You can replace these sentences with your own words. This is a Blogger template by NewBloggerThemes.com...
  • This is slide 4 description. Go to Edit HTML of your blogger blog. Find these sentences. You can replace these sentences with your own words. This is a Blogger template by NewBloggerThemes.com...
  • This is slide 5 description. Go to Edit HTML of your blogger blog. Find these sentences. You can replace these sentences with your own words. This is a Blogger template by NewBloggerThemes.com...

venerdì 5 marzo 2021

BFI: "Trilogy of Life" (La trilogia della vita) di Pier Paolo Pasolini è in un nuovo cofanetto Blu-ray!

Oggi a Bologna, 99 anni fa, nasceva Pier Paolo Pasolini, uno dei maggiori artisti e intellettuali del XX secolo, nonché uno degli esempi più emblematici di come il cinema e la letteratura possano essere il prodotto altissimo di un solo autore. Regista di 22 film, il suo cinema caratterizzato dal minimalismo delle ambientazioni, dall'uso di attori non professionisti e dalla feroce critica alla borghesia, mantiene intatta tutt'oggi la sua forza poetica e la potenza del suo messaggio politico. I suoi film sono stati distribuiti in home video e apprezzati in ogni Paese del mondo, molti dei quali hanno potete godere del restauro e della loro distribuzione in prestigiose edizioni Blu-Ray (come quelle prodotte dalla BFI e della Criterion Collection). Una delle novità più interessanti è stata la recente pubblicazione del cofanetto Trilogy of Life (La trilogia della vita) della BFI, che vorremmo proporvi in questa giornata speciale.



Il cofanetto è in alta definizione e include le versioni in lingua italiana e inglese di tutti e tre i film della trilogia: Il Decameron (1970), I racconti di Canterbury (1972) e Il fiore delle Mille e una notte (1974). I sottotitoli in inglese dei film sono opzionabili e possono essere tranquillamente disattivati. I tre Blu-ray contenuti nel cofanetto sono codificati in Regione B/2, quindi compatibili su qualsiasi lettore Blu-ray disc acquistato in Europa.
Il cofanetto è disponibile per l'acquisto nello store di Amazon Italia su questo link, al prezzo di 47,49 Euro.


Contenuti Extra:

  • Appunti per un'Orestiade africana (1970, 73 min):  un'esplorazione dei parallelismi tra la trilogia di Eschilo Oreste e la politica africana.
  • Pasolini e il genere di film italiano (Alberto Farina, David Gregory, 2009, 35 mins): esclusivo documentario dei produttori italiani Alfredo Bini e Luciano Martino
  • Scene eliminate (1974, 21 min): scene eliminate dalle mille e una notte; 
  • Trailer originali di tutti e tre i film;
  • Libretto completamente illustrato con saggi, recensione e biografie;
L'idea della Trilogia della vita, venne a Pasolini negli anni 60' in reazione al crescente perbenismo e moralismo della moderna borghesia italiana nei confronti della sessualità e degli "atti osceni" che contraddistingueva quegli anni. Per la realizzazione del primo film della trilogia, Il Decameron, si ispirò alle dieci novelle di Boccaccio, per il successivo I racconti di Canterbury alle otto novelle di Geoffrey Chaucer e per il conclusivo Il fiore delle Mille e una notte alle novelle arabe contenute ne "Le mille e una notte".

In questo trittico sfacciato e osceno, il regista si proponeva di sfidare il capitalismo consumistico e celebrare il corpo umano incorrotto mentre commentava i costumi e le ipocrisie sessuali e religiose contemporanei. Il suo umorismo scatologico e la sua ruvida sensualità lasciano dietro di sé tutti i moderni "standard" di decenza; si tratta di film fisici, provocatori e divertentissimi, tutti straordinariamente incorniciati dallo scenografo Dante Ferretti (Hugo) e caratterizzati da musiche evocative di Ennio Morricone.

British Film Institute

martedì 23 febbraio 2021

Da oggi è disponibile in DVD e Blu-Ray "Boy Erased - Vite cancellate" il film di Joel Edgerton con Lucas Hedges, Nicole Kidman e Russell Crowe!


Da oggi è disponibile in home video "Boy Erased - Vite cancellate" il film di Joel Edgerton ispirato alla vera storia di Garrard Conley raccontata nel suo famoso libro "Boy Erased: A Memoir". Il film racconta di Jared (interpretato da Lucas Hedges) un giovane adolescente figlio di un pastore battista (Russell Crowe) che capirà di essere gay. Seppur con molta difficoltà, un giorno troverà il coraggio di fare coming out ai suoi genitori, suo padre lo rifiuterà, mentre sua madre (Nicole Kidman) si dimostrerà più aperta e apprensiva di fronte alla rivelazione del figlio. Ma questo non impedirà a Jared di venire condotto in un gruppo di recupero chiamato "Love in Action" dove verrà sottoposto a una terapia di conversione dall'omosessualità, una terapia pseudo-scientifica volta a modificare l'orientamento sessuale da omosessuale ad eterosessuale. Il film di Edgerton ci immergerà in questa realtà claustrofobica e ipocrita in maniera molto secca e dura, mostrandoci gli effetti devastanti che tali terapie possono avere sulla psiche dei ragazzi. Uno degli aspetti più belli del film è come sia riuscito a raccontare la maturazione e l'evoluzione del rapporto tra il protagonista e i suoi genitori, dal rifiuto e la negazione della sua natura, fino all'accettazione e liberazione finale, proprio come accade nella vera storia di Garrard Conley. "Vite cancellate" è un lavoro onesto e toccante, che merita attenzione, perché è uno dei pochi film che affronta queste tematiche e che sia stato anche distribuito in Italia.

Il DVD è possibile acquistarlo nello store di Amazon su questo link al prezzo di 7,29 Euro, mentre il Blu-ray su questo link al prezzo di 12,99 Euro.

All'interno delle edizioni DVD o Blu-Ray oltre al film in lingua originale e doppiato, si potranno trovare diversi e interessanti contenuti speciali: le scene tagliate ed estese, il documentario "La verità su Jared" e i dietro le quinte "Diventar egli Eamons" e "Un uomo consumato: Joel Edgerton".

Se invece siete interessati a vedere il film in streaming o acquistarlo digitalmente potete farlo qui, sottoscrivendo un abbonamento a Prime Video.

Ringrazierò sempre Garrard per essersi fidato della mia passione nei confronti della sua storia di vita. Non posso pensare a una ragione migliore per tornare dietro la macchina da presa.

Joel Edgerton

lunedì 22 febbraio 2021

Artavazd Pelešjan compie 83 anni!


Oggi compie 83 anni Artavazd Pelešjan, il regista armeno noto per aver realizzato corti e mediometraggi sperimentando e teorizzando il cosiddetto "montaggio a distanza". Questa forma di montaggio si contrappone al montaggio simbolico e lineare Sergej Michajlovič Ėjzenštejn e struttura il film "non come una catena, né come una serie aggregate di catene, ma alla fine crea una configurazione sferica circolare o, più precisamente, rotante". Le sue opere sono caratterizzate da ripetizioni, immagini speculari, assenza di dialoghi e dall'uso imponente della musica classica adeguata in modo particolare al flusso delle immagini. I suoi film sono stati descritti come al confine tra un documentario e un lungometraggio, ricordando in qualche modo il lavoro di registi d'avanguardia come Bruce Conner, piuttosto che i documentari convenzionali.  Il regista Sergei Parajanov ha definito Pelešjan "uno dei pochi autentici geni nel mondo del cinema". 

Forse non tutti sanno che grazie alla Films Sans Frontières è stato distribuito un DVD con 7 dei suoi film più importanti. 
Potete acquistarlo nello store di Amazon su questo link, al prezzo di 21,68 Euro.

Di seguito l'elenco dei titoli dei film contenuti nel DVD:
- AU DÉBUT (The Beginning, 1967, B&N, 10 min);
- NOUS (We, 1969, B&N, 25 min);
- LES HABITANTS (Inhabitants, 1970, B&N, 10 min);
- LES SAISONS (The Seasons, 1975, B&N, 29 min);
- NOTRE SIÉCLE (Our Century, 1982, B&N, 50 min);
- FIN (The End, 1992, B&N, 9 min);
- VIE (Life, 1993, Colori, 6 min);

Si dice spesso che il cinema sia una sintesi delle altre arti, ma penso che sia sbagliato.  Per me, risale alla torre di Babele, prima della divisione in diverse lingue.  Per motivi tecnici, è apparso dopo le altre arti, ma, per natura, le precede.  Cerco di fare un cinema puro, che non deve nulla alle altre arti.

Artavazd Pelešjan

domenica 14 febbraio 2021

Speciale San Valentino: 10 grandi amori in 10 grandi film che dovresti vedere!


"Domani è san Valentino e, appena sul far del giorno, io che son fanciulla busserò alla tua finestra, voglio essere la tua Valentina
~ Ofelia ~ 
("Amleto" di Shakespeare, scena V dell'atto IV, 1601)
Oggi è San Valentino e si celebra la festività degli innamorati, per noi ogni occasione è sempre buona per parlare di grande cinema! Perciò per questa giornata particolare abbiamo deciso di consigliarti una selezione di 10 grandi storie d'amore raccontate in 10 grandi film, che hanno segnato la storia del cinema. Eccoli qui, in ordine cronologico, dai più recenti a quelli del passato:

10. Carol (2015)

Basato sul romanzo di "The Price of Salt" di Patricia Highsmith e diretto da Todd Haynes. É ambientato nella New York degli anni '50 e racconta di Therese, una giovane aspirante fotografa (interpretata da Rooney Mara) che lavora come commessa in un negozio di giocattoli. La sua vita monotona divisa con il fidanzato Richard, verrà sconvolta dall'arrivo di una cliente nel negozio di nome Carol Aird (interpretata da Cate Blanchett). Therese si sentirà subito attratta dalla donna e tra le due nascerà una storia d'amore straordinaria che metterà a dura prova le loro vite. Il film nel 2016 è stato menzionato dalla prestigiosa British Film Institute come il miglior film a tematica LGBT di tutti i tempi.



9. Chungking Express (1994)

Conosciuto in Italia anche con il titolo "Hong Kong Express" è il quarto lungometraggio del regista cinese Wong Kar-wai. Il film è composto da due storie incentrate sulla vita di due giovani poliziotti (Takeshi Kaneshiro e Tony Leung Chiu-Wai) che si innamorano di due donne altrettanto misteriose (Brigitte Lin e Faye Wong). Accompagnato ossessivamente dalle musiche dei Cranberries, Cocteau Twins e The Mamas & the Papas, è un film di incredibile freschezza e delicatezza, capace di raccontare i sentimenti umani come pochi registi hanno saputo fare sullo schermo. 
Nel 2002 il mensile Sight and Sound, pubblicato dal British Film Institute, ha chiesto a 50 critici cinematografici britannici di scegliere i migliori dieci film degli ultimi 25 anni: Hong Kong Express si è classificato all'ottavo posto. Nel 2005 la rivista statunitense Time l'ha inserito nella propria lista dei 100 migliori film dal 1923 ad oggi, stilata dai critici Richard Corliss e Richard Schickel.



8. Lezioni di Piano (1993)

Diretto da Jane Campion, si aggiudicò la Palma d'Oro al 46º Festival di Cannes e tre Premi Oscar nell'edizione del 1994: migliore attrice (Holly Hunter), migliore attrice non protagonista (Anna Paquin) e migliore sceneggiatura originale (Jane Campion). Il film racconta di Ada McGrath, una donna muta  rimasta vedova, che con la sua piccola figlia sbarca in un'isola della Nuova Zelanda per sposare un uomo ricco di nome Alistair Stewart. Ada è legatissima al suo pianoforte che porterà con sé nell'isola, ma a causa dell'enorme peso dello strumento, questo verrà abbandonato nella spiaggia dove l'imbarcazione ha attraccato. Nonostante le ripetute richieste di Ada di recuperare il pianoforte, Alistair si rifiuterà di pagare i suoi servi māori per un secondo viaggio, ma un misterioso uomo inglese di nome George Baines (Harvey Keitel), dopo aver contratto con Alistair, si prenderà la responsabilità di recuperare il pianoforte per portarselo a casa sua. Ada quando lo scoprirà andrà su tutte le furie, così Alistair per placare la sua ira le promette che potrà andare a suonare il suo pianoforte a casa di George quando vuole, così potrà anche dare lezioni di piano all'uomo. Durante le lezioni tra Ada e George nascerà una forte complicità e passione.
É uno dei migliori film della Campion e anche uno dei film più belli della storia del cinema, è un ritratto intimo, profondo e struggente, dove l'anima del film è racchiusa non solo nella sua protagonista, ma anche in una meravigliosa colonna sonora composta da Michael Nyman e che in molti probabilmente avranno già sentito prima di scoprire il film.



7. Scene da un matrimonio (1973)

Scritto e diretto da Ingmar Bergman, era originariamente composto da 6 episodi per la televisione della durata complessiva di 300 minuti, ma fu successivamente distribuito nelle sale cinematografiche in una versione ridotta di 167 minuti. In Italia è possibile recuperare solo quest'ultima versione. Il film segue le vicende di Marianne (Liv Ullmann) e Johan (Erland Josephson), una coppia di sposi che vivono da dieci anni con le loro due figlie, si amano molto ma il loro legame comincerà gradualmente a degenerare in litigi, tradimenti e rimpianti. Bergman ci accompagna in un lungo viaggio infernale, psicologicamente devastante, alla fine del quale si giungerà a una straordinaria catarsi. A distanza di 48 anni rimane una delle rappresentazioni più intense, spietate e vere sulla vita matrimoniale mai viste sullo schermo.



6. La mia droga si chiama Julie (1969)

La Sirène du Mississipi è il titolo originale, è tratto dal romanzo di Vertigine senza fine (Waltz Into Darkness) di William Irish ed è l'ottavo lungometraggio di François Truffaut. Racconta di Louis Mahé, un ricco produttore di tabacco, che ha un rapporto di sola corrispondenza con una donna di nome Julie Roussel e che, improvvisamente, un giorno giunge dalla Francia per sposarlo. Nonostante la donna che si presenta non coincida con la donna delle fotografie, è di una bellezza tale che Louis accetta ben volentieri tutte le sue deboli giustificazioni. Dopo una breve convivenza vissuta intensamente da entrambi, non appena ottenuto l'accesso ai conti bancari del marito, Julie preleva tutto e scappa col malloppo. Solo allora Louis apre gli occhi e capisce il piano di chi, sostituendosi alla vera Julie, ha solo recitato la parte dell'amorevole moglie per poterlo poi derubare.
Film meno conosciuto del regista francese, ma uno dei migliori della sua carriera, è sorretto dalle interpretazioni memorabili di Jean-Paul Belmondo e Catherine Deneuve. Ha un finale commovente quanto poetico, ed è una storia d'amore che non dimenticherete mai.



5. Chi ha paura di Virginia Woolf? (1966)

Film d'esordio del regista Mike Nichols (autore de "Il laureato", "Closer" e "Angels in America"), tratto dall'omonima opera teatrale di Edward Albee. Il film è ambientato nell'arco temporale di una sola notte, al centro del quale assistiamo alle vicissitudini tra George e Martha, una coppia sposata insoddisfatta e infelice, che si rinfaccerà le delusioni e la rabbia di un'intera esistenza. Crudo, violento e brutale nel linguaggio, tant'è che all'epoca suscitò indignazione tra il pubblico, è un ritratto di incredibile ferocia e intensità, che sfocia in uno dei finali più belli mai visti nella storia del cinema. George è interpretato da un perfetto Richard Burton, mentre Martha è interpretata da Elizabeth Taylor, qui probabilmente nella migliore performance della sua carriera, basti pensare che per interpretare il ruolo della donna alcolizzata dovette ingrassare di circa 14 kg. Il film nel 2007 è stato inserito dall'American Film Institute tra i 100 film più belli della storia del cinema.



4. L'appartamento (1961)

Uno dei capolavori di Billy Wilder, racconta di un contabile sopranominato "Bud", interpretato da Jack Lemmon, che per farsi carriera nella sua compagnia di assicurazioni in cui lavora come dipendente, affitta il suo appartamento per gli incontri extra-coniugali dei suoi dirigenti. Un giorno però finirà per innamorarsi dell'amante del suo capo, l'affascinante Fran Kubelik, interpretata da una straordinaria Shirley McLaine. Vincitore di ben 5 premi Oscar e inserito dall'American Film Institute tra i 100 film americani più belli della storia del cinema, è una commedia dall'humor intelligente, coinvolgente e ben interpretata.




3. Accadde una notte (1934) 

Uno dei maggiori successi di Frank Capra, fu girato in sole 4 settimane per il budget limitato. Racconta di una giovane ricca ereditiera di nome Ellie (Claudette Colber) che scappa dallo yatch del padre per andare a New York e sposare un aviatore. Per non farsi trovare, la ragazza viaggerà per la prima volta con un pullman, un mezzo lontano dalle sue abitudini da "privilegiata" a cui è abituata e qui comincerà a guardare in faccia la realtà dell'America della grande depressione. Sullo stesso pullman incontrerà Pietro Warne (Clark Gable) un giornalista disoccupato, l'uomo la riconoscerà e deciderà di aiutarla in cambio di uno scoop esclusivo. I due vivranno una lunga di serie di disavventure, che li porterà a mettere in discussione le loro vite e i loro sentimenti. Girato con semplicità e genuinità, ma altrettanta raffinatezza nell'estetica e cura nella scrittura è una commedia romantica delicata e divertente. Il film all'epoca si aggiudicò con sorpresa 5 premi Oscar, più tardi è stato decretato dall'American Film Institute tra i 100 film americani più belli della storia del cinema. 



2. L'Atalante (1934)

Unico lungometraggio di Jean Vigo, morto prematuramente per tubercolosi poco prima la fine delle riprese del film. É il testamento di un genio visionario, un autore definito "maledetto" dalla critica cinematografica per la sfortunata vita che ha avuto, per essere stato incompreso, censurato e per aver guardato oltre i tempi in cui ha vissuto. Il suo cinema fu scoperto e valorizzato dagli esponenti della Nouvelle Vague, ed ha influenzato e ispirato grandi autori come Luis Buñuel, François Truffaut e Steve McQueen. "L'Atalante" segue le vicende di Jean (Jean Dasté) e Juliette (Dita Parlo), una giovane coppia di novelli sposi, che dopo aver celebrato il loro matrimonio si dirigono nella chiatta di Jean per vivere insieme. Durante il viaggio per i fiumi della Francia, la convivenza tra i due sarà inizialmente passionale e gioiosa ma ben presto subentrerà la noia. Juliette sarà sempre più stanca della vita nella chiatta e si sentirà attratta dalla città di Parigi, dove deciderà di fermarsi più del dovuto. Jean inizialmente l'asseconderà, ma ben presto diventerà sempre più geloso e possessivo. La rottura all'intero della coppia sarà inevitabile.
Dentro l'apparente semplicità di una storia come questa, Jean Vigo ci mette l'anima. Le atmosfere, le sequenze notturne, le musiche, i sogni, l'erotismo, l'amore, la vita... tutto all'intero de "L'Atalante" procede meravigliosamente come se le cose le stessimo guardando e vivendo con lo stupore della prima volta. Una capolavoro intramontabile che fareste bene a vedere se non lo avete già fatto!



1. Aurora (1927)

Diretto da Friedrich Wilhelm Murnau, è uno dei massimi capolavori del cinema muto. Segue le vicende di Anses e Indres, una coppia di contadini che vivono tranquillamente la loro vita, ma che un giorno verrà sconvolta dall'arrivo di una misteriosa donna in città. La donna sedurrà e manipolerà Anses,  distruggendo le sue difese psichiche. Riuscirà persino a convincerlo di lasciare la sua famiglia per lei, suggerendoli anche come uccidere sua moglie facendolo sembrare un incidente. L'uomo inizialmente acconsentirà, ma al momento di farlo si pentirà amaramente e chiederà perdono alla moglie. Lei però spaventata e distrutta dall'accaduto fuggirà. Sorretto dalle incredibili interpretazioni di Janet Gaynor e George O'Brien, è una delle esperienze cinematografiche più poetiche, potenti e struggenti che si possa fare guardando un film. Il British Film Institute l'ha inserito al quinto posto nella classifica dei 50 film più belli di tutti i tempi.


mercoledì 10 febbraio 2021

Arriva in DVD "Non Conosci Papicha" l'esordio della regista Mounia Meddour premiato ai César 2020!


Arriva finalmente in home video "Non conosci Papicha", il film d'esordio di Mounia Meddour, che ai César 2020 si è aggiudicato ben due premi come migliore opera prima e migliore promessa femminile per l'interpretazione della giovane attrice Lyna Khoudri. Il film è ambientato nell'Algeria anni 90' e racconta la storia di Nedjma, una studentessa universitaria di moda che sogna di diventare un stilista, ma insieme alle sue amiche si ritroverà a lottare per resistere al crescente fondamentalismo islamico di quegli anni, che minaccerà gravemente la loro libertà di espressione e indipendenza attraverso la promulgazione di politiche repressive e sessiste. Nedjima non fuggirà dal suo Paese, ma strapperà i manifesti per le strade che invitano le donne a coprirsi tutto il corpo con il niqāb e progetterà delle sfilate di moda per affermare il valore della propria femminilità. L'arte della moda diverrà l'arma della sua rivoluzione. Accolto all'uscita nelle sale con ampi consensi da parte di critica e pubblico, è un film brillante e potente, frutto anche delle esperienze personali vissute dalla stessa regista in quegli anni difficili.

Il film è disponibile in DVD per l'acquisto su questo link al prezzo di 12,99 Euro

 
All'inizio ho insistito fermamente che la mia eroina fosse algerina. Quando ho incontrato Lyna, sono rimasta subito affascinata dalla sua forza e fragilità. Mi piace quella chimica. In lei c'è quell'innocenza e quell'entusiasmo, ma anche un formidabile rigore e un bisogno di verità. Parlando con lei, ho scoperto che la sua storia personale era molto vicina alla mia. Suo padre era un giornalista e la sua famiglia ha dovuto lasciare l'Algeria negli anni '90. Ha dovuto ricostruire tutto, come me. 

Post più popolari